Tirocini extracurriculari

Definizione, durata, criteri di accesso

I tirocini formativi e di orientamento (o extracurriculari) sono espressamente finalizzati ad agevolare le scelte professionali e l’occupabilità dei giovani nella delicata fase di transizione dalla scuola al lavoro mediante una formazione in ambiente produttivo e una conoscenza diretta del mondo del lavoro.

Tali tirocini sono destinati a soggetti che hanno conseguito uno dei seguenti titoli di studio entro e non oltre i 12 mesi:

  • laurea triennale
  • laurea magistrale
  • master universitario di I e II livello
  • dottorato di ricerca

La durata del tirocinio non può superare i 6 mesi, proroghe comprese, e al tirocinante deve essere riconosciuta un’indennità di partecipazione minima mensile che varia a seconda della regione sede di svolgimento del tirocinio.

L’Università garantisce la copertura assicurativa per la responsabilità civile presso compagnie assicurative operanti nel settore e contro gli infortuni sul lavoro presso l’INAIL.
 

Normativa di riferimento

 

Iter attivazione tirocinio extracurriculare

ATTENZIONE! Nuove disposizioni periodo Covid-19 (documento nel menu a sinistra)

Il laureato e l’azienda contattano il servizio job placement:  jp.scienzeumanistiche@unito.it che verifica se l’azienda (ente ospitante il tirocinante):

  • è accreditata sul portale di Ateneo (sezione accreditamento)
  • ha attivato la convenzione per tirocini extracurriculari (sezione convenzione)

e attiva il progetto formativo che invierà per la firma a laureato ed azienda che avranno cura di rinviarlo firmato in originale prima dell’inizio del tirocinio.